Tra gli emendamenti presentati dai Relatori al Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019, vi è anche l’Articolo 89-bis “Disposizioni in materia di giochi”.

Di seguito il testo integrale:

 

Dopo l’articolo 89, aggiungere il seguente:
Articolo 89-bis
(disposizioni in materia di giochi)
1. Al fine di consentire l’espletamento della procedura di selezione per l’attribuzione della nuova concessione per l’esercizio dei giochi numerici a totalizzatore nazionale, di cui all’articolo 1, comma 576, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, la gestione del gioco continua ad essere assicurata dall’attuale concessionario fino all’aggiudicazione della nuova concessione e, comunque, non oltre il 30 settembre 2019.
2. All’articolo 1, comma 636, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, le parole: “anni dal 2013, n. 147, le parole “anni dal 2013 al 2018” sono sostituite dalle parole “anni dal 2013 al 2019”.
3. All’articolo 1, comma 1048, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, le parole “sono prorogate al 31 dicembre 2018” sono sostituite dalle parole “sono prorogate fino all’aggiudicazione delle nuove concessioni e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2019”.
4. Nell’articolo 1, comma 943, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, le parole “dopo il 31 dicembre 2018” sono sostituite con le parole “dopo il 31 dicembre 2019” e le parole “tali apparecchi devono essere dismessi entro il 31 dicembre 2019” sono sostituite con le parole “tali apparecchi devono essere dismessi entro il 31 dicembre 2020”.
5. Le maggiori entrate derivanti dai commi 2 e 3, pari a 70,8 milioni di euro per l’anno 2019, affluiscono al fondo di cui all’articolo 55.