In data di ieri la Sapar, tramite legale, preso atto che ad oggi l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nonostante le molteplici segnalazioni e richieste rivoltele, non ha provveduto ad emettere alcun provvedimento  volto a disciplinare e garantire ai gestori il passaggio massivo degli apparecchi AWP, oltre che le procedure di sostituzione c.d. “one to one”, ha provveduto ad inviare una specifica diffida ad AdM al fine di veder emanato il provvedimento a strettissimo giro.

E’ stato inoltre predisposto, in parallelo, un Ricorso all’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato (c.d. “Autorità Antitrust”), da proporsi avverso a determinati concessionari resisi protagonisti di pratiche commerciali/scorrette/anticoncorrenziali in danno dei gestori; ricorso questo in relazione al quale verranno richieste, nei prossimi giorni, le adesioni dei soci direttamente coinvolti nei casi ritenuti più rappresentativi della scorrettezza delle pratiche commerciali denunciate.